ORDINANZA DEL MINISTERO DELLA SALUTE del 23 DICEMBRE 2020

L’ordinanza del Ministro della Salute del 23 dicembre 2020 (firmata di concerto con il Ministro degli Esteri e il Ministro dei Trasporti) consente il rientro in Italia ai cittadini con residenza anagrafica in Italia da data anteriore al 23 dicembre 2020 o che mostrino comprovati motivi di necessità. Si fa presente l’obbligo di sottoporsi a test molecolare o antigenico nelle 72 ore precedenti l’imbarco e a un secondo test nelle 48 ore successive al rimpatrio, nonché l’obbligo di rimanere in regime di autoisolamento fiduciario e continua sorveglianza sanitaria per un periodo di quattordici giorni, anche in assenza di sintomi e previa comunicazione dell’avvenuto rimpatrio alle autorità competenti.

Qui il pdf dell’ordinanza Ordinanza_23-dicembre-2020

 

Considerato l’aggravarsi della situazione epidemiologica in Europa, la Farnesina raccomanda a tutti i connazionali di evitare viaggi all’estero se non per ragioni strettamente necessarie.

Si fa altresì presente che considerato l’alto numero dei contagi in molti Paesi europei, non si possono escludere future ulteriori restrizioni agli spostamenti che rischierebbero di complicare eventuali rientri in Italia.

Analoghe problematiche di rimpatrio potrebbero verificarsi, con incidenza ben più grave, in caso di viaggi verso destinazioni extra-UE. Si ricorda che è disponibile all’indirizzo: https://infocovid.viaggiaresicuri.it/ un questionario interattivo per verificare la normativa italiana in vigore in merito agli spostamenti da/per l’estero.