REGOLAMENTO IN MATERIA DI REQUISITI DI ACCESSO, CONDIZIONI, CRITERI E MODALITÀ DEGLI INTERVENTI DEL PATRIMONIO DESTINATO

Lo schema di decreto in esame intende dare attuazione all’articolo 27, comma l del decreto-legge n. 34 del 2020 (Decreto Rilancio) che prevede la costituzione, nell’ambito di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. – CDP, di un patrimonio le cui risorse sono destinate all’attuazione di interventi e operazioni di sostegno e rilancio del sistema economico-produttivo italiano, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Come chiarito anche dal Governo nella relazione illustrativa all’atto in commento, l’intervento in esame si inserisce nel più ampio quadro di misure volte a sostenere la liquidità delle imprese, principalmente contenute nel decreto-legge Liquidità (decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23) che ha predisposto misure di accesso al credito per le imprese anche nella forma di garanzie statali e nel citato decreto-legge Rilancio (n. 34 del 2020) che contiene uno specifico set di misure di supporto al capitale. Tali misure sono state ulteriormente specificate e ampliate con il decreto-legge Agosto (n. 104 del 2020).
Si ricorda, inoltre, che l’articolo 26 del decreto Rilancio istituisce il cd. Fondo Patrimonio Piccole e Medie Imprese, affidato a Invitalia, finalizzato alla sottoscrizione di obbligazioni o titoli di debito subordinato di nuova missione.

L’articolo 67 del decreto legge Agosto ha destinato una quota degli apporti in titoli di Stato assegnati alla costituzione del Patrimonio Destinato alla copertura delle operazioni di trasferimento di partecipazioni azionarie conseguenti al riassetto del gruppo SACE.

 

Scarica qui il pdf completo a cura del Servizio Studi Regolamento requisiti accesso